POVERI MA CITTADINI

Un progetto per garantire e promuovere il diritto alla giustizia, di tutti.

Il progetto Poveri ma cittadini nasce con un  obiettivo: innanzitutto, quello di offrire un sostegno qualificato e organizzato per la tutela giuridica di alcuni dei diritti fondamentali di persone in “svantaggio sociale”.

Il progetto permette di accedere a due sportelli: lo Sportello di Orientamento al Cittadino e lo Sportello Poveri ma cittadini.

Il progetto prevede, inoltre, la realizzazione di iniziative di approfondimento culturale sul tema del diritto alla giustizia, con particolare focus sulle pratiche della giustizia riparativa e della mediazione penale.

SPORTELLO DI ORIENTAMENTO AL CITTADINO

Per chi?

Per tutte le persone che necessitano un orientamento informativo legale.

Cosa offre?

Informa sui costi e tempi del sistema giustizia, orienta le persone e svolge un esame preliminare del caso.

Con chi

Lo sportello nasce da un accordo tra Caritas Bergamasca e l’Ordine degli Avvocati, permettendo così di accedere al servizio, già offerto dall’Ordine, anche tramite i Centri di ascolto di Caritas.

SPORTELLO POVERI MA CITTADINI

Per chi?

Persone senza fissa dimora, ospiti dei dormitori, detenuti ed ex-detenuti, persone segnalate dai Centri di ascolto e dai Parroci delle Comunità ecclesiali, ospiti delle comunità d’accoglienza, con reddito lordo inferiore ai 18.000 euro annui.

Cosa offre?

Consulenza e presa in carico per le persone che rientrano nei criteri di reddito.

Contatti

È possibile accedere agli sportelli facendone richiesta presso il Centro di ascolto diocesano o un centro di ascolto parrocchiale.

Il sito utilizza cookie di terze parti per offrirti un servizio in linea con le preferenze da te manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui. Se prosegui nella navigazione selezionando un elemento del sito, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta e chiudi