Destinatari

Donne con problemi di detenzione carceraria

Finalità

Obiettivo della casa è offrire alle donne detenute in carcere, che possono accedere ai benefici previsti dalla legge, la possibilità di usufruire delle misure alternative alla detenzione in un ambiente il più possibile familiare ed educativo.

Servizio

I servizi offerti vanno dall’accoglienza al soddisfacimento dei bisogni primari (vitto, igiene personale, vestiario, ecc.), dall’ascolto all’accompagnamento e al sostegno nel difficile percorso verso l’autonomia personale ed il reinserimento sociale e il superamento dell’esperienza carceraria e degli effetti che provoca nella persona anche grazie alla rete di servizi creata sul territorio

Inizio attività

Ottobre 2005

Gestione servizio

Casa Samaria è un Servizio Segno promosso dalla Caritas Diocesana Bergamasca / Associazione Diakonìa Onlus in collaborazione con l’Istituto delle Suore delle Poverelle che ha costituito allo scopo una nuova comunità residenziale di Suore.

Organizzazione

Il servizio è realizzato da 1 educatore del Centro di Primo Ascolto (per un lavoro di filtro dei bisogni e di verifica dei progetti), 2 suore (organizzazione interna), e 5 volontarie.

Risorse economiche

Casa Samaria può sostenersi, per quanto riguarda l’aspetto economico, grazie ai contributi della Caritas Diocesana Bergamasca e dell’Istituto delle Suore delle Poverelle e alcune iniziative di autofinanziamento. Inoltre sempre attraverso la Caritas Diocesana Bergamasca la comunità può usufruire dei prodotti alimentari FEAD-AGEA e di aiuti alimentari che nascono dalla solidarietà delle persone del territorio. L’Opera Pia Caleppio Ricotti ha messo a disposizione una cifra di 200€ mensili come rimborso spese per l’attività svolta dalle ragazze nel laboratorio ergoterapico.
L’ammontare totale di questo contributo ricevuto nel 2015 è stato pari a 8.400,00 €.

Documenti