Per ascoltare non serve molto: un po’ di tempo, uno spazio accogliente, tanta buona volontà. Quando si è chiamati, ed inviati, ad ascoltare come cristiani, l’ascolto assume una dimensione davvero profonda e sono in molti ad impegnarsi nella nostra Diocesi ad offrire uno spazio ed un tempo per chi è in difficoltà. Uno spazio in cui l’ascolto è carità e punta a smuovere la società per creare condizioni fertili intorno a quel prossimo, quel povero che bussa alla porta e far così germogliare solidarietà, aiuto, comprensione, opportunità.

Questi spazi preziosi, oltre alla generosa risposta a quella voce che ci invia ad aprire la porta al prossimo, richiedono anche di adeguarsi alla società che cambia velocemente, essere “al passo con i tempi”. Nel 2019 è indispensabile avere accesso alla tecnologia: permette di recuperare risorse, creare legami, velocizzare pratiche, valorizzare attività e competenze. È un sostegno concreto a chi intercetta e si mette in gioco per “la stima e la cura delle esperienze umane”, agendo prassi che provano a contrastare “le condizioni sempre più devastanti di ingiustizia e diseguaglianza che infragiliscono il tessuto sociale” (dalla Lettera Pastorale 2019-2020 Una voce che invia).

In occasione dell’Avvento di quest’anno, Caritas Diocesana Bergamasca invita le parrocchie della Diocesi a raccogliere fondi da destinare all’acquisto di materiale informatico per sostenere l’aggiornamento tecnologico di chi quotidianamente si mette a disposizione per ascoltare il prossimo e coinvolgere la comunità.

Per donare si può

RECARSI DI PERSONA

c/o Caritas Diocesana Bergamasca
in via del Conventino, 8 – Bergamo
(lun-ven 9-12.30 / 14.30-18)

EFFETTUARE BONIFICO BANCARIO

a favore di Caritas Diocesana Bergamasca
BANCO POPOLARE – presso Filiale della Malpensata – Bergamo
IBAN: IT 69 E 05034 11105 000000006330
Causale: progetto Una Voce Che Invio – Avvento 2019

PORTARE LE PROPRIE OFFERTE

nella scatola in parrocchia.


PER MAGGIORI INFORMAZIONI

promozione@caritasbergamo.it

Nota: con i soldi raccolti, Caritas potrà rifondere le parrocchie a fronte di acquisti di materiale informatico (computer, stampanti, …). Non essendo Caritas un’Onlus, le donazioni non sono detraibili dal 730.